13 gennaio 2020

Gli scienziati spruzzano i cieli con "particelle riflettenti" per raffreddare il pianeta Terra

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti
Nella foto un Boeing B-47 Stratojet 

Gli scienziati sostengono che sarebbe una buona idea spruzzare una raffinata miscela di materiali come anidride solforosa, allumina o carbonato di calcio nella stratosfera, per raffreddare il nostro pianeta


"Traduzione a cura di  Scie Chimiche: Informazione Corretta"

"Da: Curiosmos.com"


Gli scienziati utilizzerebbero dei sensori per misurare la riflettività delle particelle, il grado in cui si disperdono o si fondono e come interagiscono con altri composti nell'atmosfera, per vedere se il loro piano funziona.
Alcuni esperti dicono che si tratta di geoingegneria portata ad un livello completamente nuovo.
Umm, ma un attimo, cos'è esattamente la geoingegneria?
Come spiegato da Business Insider, "il termine geoingegneria si riferisce all'uso della tecnologia per modificare l'atmosfera del pianeta, e si presenta in due forme: la rimozione dell'anidride carbonica dall'atmosfera, e le tecnologie più controverse (come nello scenario precedente) che modificano i cieli per raffreddare temporaneamente il mondo".
Ma secondo gli scienziati è qualcosa che dobbiamo considerare di fare. Gli scienziati dell'Università di Harvard hanno in programma il lancio di iniezioni di aerosol nella stratosfera del nostro pianeta, a un'altitudine approssimativa di 20 chilometri, allo scopo di studiare i pro e i contro per alterare deliberatamente il clima terrestre, nel tentativo di fermare la progressione del riscaldamento globale.
"Anche se dovessimo fermare tutte le emissioni oggi, nell'atmosfera c'è abbastanza carbonio da causare cambiamenti climatici per centinaia di anni a venire."
Janos Pasztor, direttore esecutivo della Carnegie Climate Geoengineering Governance Initiative
Il progetto è definito il più grande programma di geoingegneria nella storia della Terra.
Bill Gates e altre fondazioni finanziano il progetto, che costerebbe circa 20 milioni di dollari.
Come spiegato dal MIT Technology Review, "Dopo i primi test di ingegneria, lo 'StratoCruiser' spruzzerebbe nella stratosfera una sottile nebbia di materiali come il biossido di zolfo, l'allumina o il carbonato di calcio. I sensori misurerebbero poi la riflettività delle particelle, il grado in cui si disperdono o si fondono e il modo in cui interagiscono con altri composti nell'atmosfera".

Incontra il programma di ricerca di Geoingegneria Solare di Harvard.

Al momento, tutto ciò che i ricercatori stanno facendo è in un laboratorio, conducendo esperimenti sulle sostanze chimiche per capire come queste possano comportarsi nell'atmosfera terrestre. (Come se non vedessimo da anni come hanno ridotto il nostro povero cielo!)

Usano questi dati per eseguire simulazioni al computer e prevedere come le nubi chimiche potrebbero raffreddare il pianeta.
Ma gli scienziati potrebbero presto iniziare a testare le sostanze chimiche in diretta. Hanno in programma di lanciare un pallone aerostatico nella nostra atmosfera e osservare come si comportano le nubi di particelle.

La parte migliore è che, secondo gli esperti, non ci sono rischi per gli esseri umani. 
"Questo è un esperimento di livello estremamente ridotto", ha detto Lizzie Burns, la direttrice del programma di Geoingegneria Solare di Harvard. "Dal punto di vista del rischio fisico, è zero; il rischio per quanto riguarda i danni all'ecosistema è zero". (😂)


Tuttavia, non tutti sono d'accordo.
"Ho una lista di 27 motivi per cui non dovremmo farlo", ha detto Alan Robock, professore di scienze ambientali alla Rutgers ed esperto di geoingegneria.
Gli esperti sostengono che la geoingegneria potrebbe scatenare uragani più intensi che rappresentano una minaccia per le città costiere di tutto il mondo. Inoltre, gli scienziati avvertono che la siccità potrebbe devastare la regione del Sahel in Africa, innescata dai progetti di geoingegneria.

Tuttavia, la parte peggiore è probabilmente il rischio di usare la geoingegneria come arma. La geoingegneria solare è così controversa che alcuni esperti pensano che potrebbe portare a una guerra globale.
macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti;

25 novembre 2019

ATTACCO DAL CIELO: IL NUOVO LIBRO SULLA GUERRA CLIMATICA DI ANTONIO E ROSARIO MARCIANO'

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti
ATTACCO AL CIELO

ATTACCO DAL CIELO 

GEOINGEGNERIA CLANDESTINA ED ALTRI CRIMINI GOVERNATIVI


Nel 2015 pubblicammo “Scie chimiche: la guerra segreta”. A distanza di quasi un lustro, proponiamo un nuovo saggio sul tema: è un testo che è la necessaria prosecuzione del precedente e dove trovano spazio sia le nuove acquisizioni circa il problema della biogeoingegneria clandestina sia i suoi numerosi addentellati. 


Con “Attacco dal cielo” ci cimentiamo in un doveroso approfondimento tale da abbracciare àmbiti e questioni che sono collegati al tema centrale. 
La “guerra climatica” si rivela il mozzo da cui si diramano tutti i raggi della ruota. Fuor di metafora, occuparsi di scie chimiche implica, volenti o nolenti, una full immersion nelle discipline più disparate, dalla biologia alla medicina, dalla storia alla psicologia, dall’ingegneria aeronautica alla meteorologia, dall’economia alla politica, dalla chimica alla fisica quantistica e via discorrendo. 
Se la cornice del problema è rimasta invariata, bisogna ricordare altresì che la geoingegneria illegale è un complesso di progetti e di attività in continua evoluzione, in fieri: è un “progresso” che non è facile seguire in ogni sua dinamica spesso assai rapida. Fine precipuo di questa nuova fatica è appunto dar conto delle più recenti tendenze ed applicazioni in un quadro che si allarga a considerare una delle fasi storiche più difficili e cruciali del pianeta e dell'umanità.
Rosario Marcianò Antonio Marcianò

Rosario Marcianò

Rosario Marcianò

Rosario Marcianò si occupa di consulenza informatica e sicurezza di dati. Da anni è impegnato attivamente nella diffusione di informazioni sul fenomeno delle "scie chimiche".
Ha collaborato con varie riviste (“Blu, la rivista del territorio” - edizioni blunario; “Enna on Line”, dir. Emanuele Severino; “Ecplanet.com”) e partecipato a trasmissioni radiofoniche e televisive, tra le quali: “Rebus: questioni di conoscenza” (Odeon TV), “Radio gamma 5”, “Radio Internazionale”, “5 stelle Sardegna”, “Boira-Tarragona Radio”, “Radio DJ”, "RadioBase".



Antonio Marcianò

(18 gennaio 1963), laureato in Lettere, insegna Materie letterarie e Latino nel Liceo "G.D. Cassini" di Sanremo.
Dal 2005 è impegnato, insieme con il fratello Rosario, nella divulgazione riguardante la geoingegneria clandestina.
È sceneggiatore del documentario "Scie chimiche: la guerra segreta" (2014), che inizia con la citazione di una frase di Abraham Lincoln:
"Potrete ingannare tutti per un pò, potrete ingannare alcuni per sempre, ma non potrete ingannare tutti per sempre."

Insieme hanno pubblicato il libro "Scie chimiche: la guerra segreta", per sensibilizzare sempre più persone allo strano caso delle scie chimiche che macchiano da anni i nostri cieli, che sempre più raramente riusciamo a vedere completamente azzurro.


IL BLOG DI TANKER ENEMY




LA PAGINA FACEBOOK DI TANKER ENEMY
macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti;

24 ottobre 2019

The Medical Alphabet : Dopo essersi venduti ad Andrea Cossarizza non solo sponsorizzano i vaccini sporchi,ma infangano i medici onesti.

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti

I MANGIA PANE A TRADIMENTI CHE AMMINISTRANO THE MEDICAL ALPHABET DOPO AVER VENDUTO IL CULO AD ANDREA COSSARIZZA DEL PATTO TRASVERSALE PER LA SCIENZA VANNO A RUOTA LIBERA SPONSORIZZANDO VACCINI DICHIARATI SPORCHI DALLE ULTIME RICERCHE INDIPENDENTI E INFANGANDO MEDICI SERI CHE SONO CONTRO I VACCINI PER OVVI MOTIVI.


Ed è cosi che ci ritroviamo a fare un nuovo articolo contro i ragazzini disonesti di The Medical Alphabet, avevamo promesso un nuovo articolo contro questi infami ed eccolo qua.

Come avevamo previsto i ragazzini "studenti" accompagnati a qualche saltimbanco che scrive disinformazioni mediche di mestiere, non hanno perso tempo a sponsorizzare sotto la supervisione di Andrea Cossarizza (il finanziatore) nonché il Capo della spedizione sperimentale vaccinale italiana che soprannominiamo scherzosamente visti i pagliacci che ne fanno parte "La Compagnia del Vaccino".  Al seguito ovviamente non possono mancare i suoi disinformatori fedelissimi Roberto Burioni, Pierluigi Lo Palco il Salvo Di Grazia e il ben nascosto Guido Silvestri e tutto il Cicapparo...

Nella foto alcuni membri della spedizione sperimentale vaccinale italiana.
I pagliacci de "La Compagnia del Vaccino."


Tutti disinformatori ben infiltrati nell'ambito informativo medico o per meglio dire disinformativo.

Ultimamente attaccano evidentemente per pararsi il sedere e apparire "onesti" il dott. Petrella usandolo come capro espiatorio, una persona che ha salvato migliaia di donne dal vaccino contro l'HPV, una persona che è evidentemente  scomoda per i loro sporchi affari. 
La disinformazione cari pagliacci, siete voi a farla, e con l'aggravante che sponsorizzate vaccini (forse) più sporchi di voi. 




Qui trovate le canaglie ammaestrate che amministrano l'insulsa pagina The Medical Alphabet. https://www.facebook.com/pg/TheMedicalAlphabet/about/?ref=page_internal 

Chissà chi del Cicap ha scritto la "brillante" diffamazione contro il dott. Petrella, ma uno vale l'altro, o meglio, uno fa più schifo dell'altro. 

Fate pena vergognatevi! La vostra informazione non è libera, scusate il francesismo, ma  avete dato il culo alla mafia medica, e risultate il niente! professionalità... serietà intellettuale zero! VERGOGNATEVI!!! 

Già che ci siamo, riportiamo anche l'ultima vergogna italiana, della serie: 
"Tutti sanno che sono disinformatori in ambito medico e nessuno fa niente!"

Vi parliamo di un articolo messo in evidenza sulla pseudoscientifica pagina "Il Patto Trasversale per la Scienza" (che poi sarebbe meglio dire della scienzah con l'h)

Basta che vi riportiamo  solo l'inizio del post per farvi riflettere e capire in che mani siamo messi in Italia. 

"Roberto Burioni, MedicoMatteo Bassetti, Pellegrino Rino Conte e Salvo Di Grazia (MedBunker) dell’Associazione Patto Trasversale per la Scienza sono i periti per l' Unione Nazionale Consumatori nel processo contro Massimiliano Mecozzi, omeopata di Pesaro, accusato dalla Procura della Repubblica di Ancona di essere responsabile della morte del piccolo Francesco Bonifazi." https://www.facebook.com/pattotrasversaleperlascienza/posts/2095073850788182?__tn__=K-R

Cioè, i criminali avvelenatori che sponsorizzano incoscientemente dei vaccini sporchi e che hanno causato casi di autismo, malattie autoimmuni e morti di neonati spacciati per morti in culla in Italia fanno i periti su una cosa di cui non sanno assolutamente niente??? Abbiamo capito bene??? 

Questi sono i fatti! Queste sono le vergogne della disinformazione in Italia.

Se il post vi è piaciuto e pensate che possa aprire gli occhi a qualcuno mettete un like e condividetelo affinché più persone possibili possano sapere e possano salvarsi da questa maledetta mafia medica che tiene in pugno l'Italia per via di certi politici e certi pseudomedici venduti. 
macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti;

20 ottobre 2019

Droni 5G per coprire la nazione, e irradiare radiazioni cancerogene dai cieli ...

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti

Nella foto il Drone solare gigante HAWK30 che trasmette 5G

Il danno da radiazioni cancerogene è una preoccupazione poiché un drone HAWK30 trasmette l'equivalente di 1800 torri cellulari!!!



Che ci piaccia o no, la tecnologia Internet wireless 5G (quinta generazione) viene lentamente ma sicuramente implementata in tutto il mondo. Promettendo velocità più elevate, una migliore connettività e trasferimenti di dati praticamente istantanei, il 5G viene accolto come un vantaggio tecnologico.

I fornitori di servizi promettono che il 5G consentirà download a una velocità 100 volte maggiore rispetto alla tecnologia 4G. Ciò si tradurrebbe nella possibilità di scaricare un film Full HD in meno di 10 secondi. Il 5G promette anche connessioni più stabili e una maggiore capacità, consentendo alle reti di gestire contemporaneamente più applicazioni ad alta richiesta.


Tuttavia, mentre i media continuano a cantare le loro lodi, è stato detto molto poco sui  suoi potenziali pericoli  , di cui ce ne sono molti. Gli studi hanno scoperto che la tecnologia 5G emetterà radiazioni a livelli mai sperimentati prima dagli esseri umani, il che potrebbe avere effetti devastanti e irreversibili.

Nonostante i pericoli potenzialmente gravi, tuttavia,  Waking Times ha  riferito di recente  che una collaborazione di giganti della tecnologia e appaltatori della difesa lancerà presto enormi droni di dimensioni calcistiche nella stratosfera sopra le Hawaii, da dove irradieranno enormi quantità di radiazioni 5G fino a sottoterra.

LA NASA HA TESTATO UN DRONE SOLARE GIGANTE CHE TRASMETTE 5G

Il gigante della tecnologia giapponese SoftBank ha collaborato con la NASA e la società aerospaziale statunitense AeroVironment per costruire un enorme drone a energia solare in grado di trasmettere la connettività 5G praticamente ovunque nel mondo.

Aree Remote

Hawk 30 è un veicolo aereo senza equipaggio (UAV) che dispone di dieci motori elettrici e può volare ad un'altitudine di oltre 65.600 piedi (20 km) secondo IEEE Spectrum . A parte questo, i dettagli sono scarsi.
Hawk 30 non sarà il primo UAV nel suo genere a tentare di portare la connettività in aree remote. Il drone che detiene il record di qualsiasi aereo orizzontale alato è stato stabilito dal precedente prototipo di AeroVironment, l'Helios. Quel prototipo era "un'elegante ala volante più larga di un 747 ma che pesa meno di una delle 18 ruote di atterraggio del jumbo jet",  scrive IEEE Spectrum .
Nel 2001 volò ad un'altitudine di 93.000 piedi, ma si spezzò in piccoli pezzi e cadde nell'Oceano Pacifico solo due anni dopo a  causa della turbolenza.

"Comunicazione aerea 5G"

Secondo la  Use Determination Application  compilato per la Research Corporation  dell'Università delle Hawaii , lo scopo del programma HAWK30 “è quello di sviluppare una nuova comunicazione aerea 5G, che fornirebbe un forte servizio wireless su una vasta area, comprese valli profonde, terre remote e oltre l'oceano. "

La  Federal Aviation Administration  (FAA) ha rilasciato al progetto un certificato di autorizzazione COA2, che consentirà ai droni di operare in un raggio di 150 miglia quadrate per un massimo di due anni. L'area che sarà coperta dai droni comprende il cratere Molokini, un popolare luogo turistico che vanta 300.000 visitatori ogni anno, nonché bellissime acque tropicali che ospitano pesci tropicali e uno speciale santuario marino nazionale di balene megattere.
Gli esperti avvertono, tuttavia, che questi droni comportano rischi significativi. Waking Times ha  riferito:

Il danno da radiazioni è una preoccupazione poiché un drone HAWK30 trasmette l'equivalente di 1800 torri cellulari, sebbene a un livello di potenza molto più basso, tuttavia, la potenza è irrilevante per gli effetti sulla salute ad eccezione del riscaldamento dei tessuti. Migliaia di studi di ricerca peer review documentano gli effetti non termici delle radiazioni wireless sugli esseri umani e su altri esseri viventi. In alcuni esperimenti i livelli di potenza più bassi hanno causato la maggiore perdita nella barriera emato-encefalica. È stata persino mostrata una relazione inversa tra potere ed effetti sulla salute. La tecnologia wireless non è resa sicura riducendo la potenza.

Nella foto i 'satelloni', meglio noti come Haps (High Altitude Pseudo-Satellites)

Prospettive all'avanguardia e future per pseudo-satelliti ad alta quota (HAPS) in Europa

(Piccola precisazione su questi satelliti)
(Pseudo satelliti ad alta quota (HAPS) che operano per periodi prolungati ad un'altitudine di circa 20 km completano ed estendono le capacità dei satelliti nei settori dell'osservazione della terra, delle telecomunicazioni e della navigazione. HAPS, in sinergia con i satelliti, offre capacità uniche per lo sviluppo di applicazioni e scienza a valore aggiunto.)



I droni HAPS che verranno utilizzati nel progetto voleranno a 70 miglia all'ora e avranno un'apertura alare di 260 piedi e 10 eliche ciascuno. Ogni drone vanta una copertura del sito cellulare di 124 miglia di diametro, creando una coltre di radiazioni su tutta l'area.

Esistono altri problemi oltre ai problemi di radiazione. Waking Times  avverte:

Oltre a irradiare tutte le forme di vita nel raggio d'azione, questo tipo di enorme ala volante ha un pessimo record di sicurezza. AeroVironment ha costruito due droni ad alta quota ed entrambi sono caduti dal cielo e si sono schiantati. In effetti, il drone è così sperimentale che non esiste quasi alcuna regolamentazione per governarlo. I funzionari del progetto sembrano pronti a trarne il massimo vantaggio, essendosi vantati di istruire la FAA e di scrivere le proprie regole.
Ma un HAWK30 da 1,5 tonnellate che cade dalla stratosfera potrebbe avere effetti devastanti. Solo 2300 Newton di forza schiacciano un teschio umano che indossa un elmetto. Cadendo da un'altezza di 70.000 piedi, un oggetto di 1,5 tonnellate avrebbe un impatto con 266.756.000 Newton di forza!

Alla fine i leader del progetto hanno in programma di trasformare l'isola di L? Na'I in un impianto di produzione e un trampolino di lancio per migliaia di droni che verranno inviati in tutto il mondo, coprendo il pianeta con radiazioni cancerogene. 
Maggiori informazioni sui pericoli della tecnologia 5G su  Radiation.news .


macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti;

Primo piano dell'ultimo post

Gli scienziati spruzzano i cieli con "particelle riflettenti" per raffreddare il pianeta Terra

Nella foto un  Boeing B-47 Stratojet   Gli scienziati sostengono che sarebbe una buona idea spruzzare una raffinata miscela di materi...