MUOS: decisa la data delle misurazioni, impianto acceso dal 9 a 11 marzo.

Foto aggiunta all'articolo originale da Scie: Chimiche Informazione Corretta.

Secondo alcune indiscrezioni pare che le misurazioni all’interno della base Nrtf per verificare la potenza del campo elettromagnetico irradiato dalle antenne e dal sistema Muos presenti al suo interno, come ritenuto necessario dal CGA a 24 ore dal dibattimento che si era tenuto il 25 febbraio scorso, si svolgeranno tra il 9 e 11 marzo. Saranno presenti i tecnici di parte, l’Arpa che fornirà la strumentazione e presumibilmente i verificatori.
Il CGA nell’ordinanza del 26 febbraio ha chiesto al collegio dei verificatori presieduto dalla Professoressa Sarto di procedere “agli accertamenti mancanti, con le modalità già stabilite dalla precedente sentenza .. (specialmente quella del contraddittorio con i consulenti di parte, con conseguente comunicazione preventiva ai medesimi della data, luogo e orario delle operazioni da compiere, e quella della facoltà del collegio di prendere visione ed estrarre copia degli atti e documenti del fascicolo processuale), trasmettendo al Consiglio una relazione integrativa redatta alla luce delle misurazioni in situ effettuate.”
Ha ordinato che la verificazione debba essere “accompagnata da un accertamento puntuale condotto alla luce delle effettive risultanze del funzionamento dell’impianto”.
Le misurazioni non si erano tenute nei tempi stabiliti  perché la Prefettura dopo colloqui con le Istituzioni imputate alla tutela dell’incolumità dei cittadini di Niscemi, Asp, Arpa, Vigili del Fuoco, Comune di Niscemi, informò il collegio di verficatori che questi non avrebbero saputo come intervenire nel caso si fosse verificata una emergenza in seguito alla accensione di tutti i componenti della base Nrtf, sita in contrada Ulmo.
Una nota su questo fatto merita due righe: durante il dibattimento dopo gli interventi del team di avvocati che seguono la vicenda del MUOS per conto del Comune di Niscemi e di Ragusa, per conto del Movimento No MUOS e altri, l’Avvocato di Stato Marcello Pollara presente per conto del Ministero della Difesa pronunciò delle parole che echeggiarono nella stanza nuove e contorte. L’Avvocato sostenne che l’intervento della Prefettura di Caltanissetta non era stato sollecitato per ragioni di tutela della salute pubblica e che la Prefettura fosse incorsa in un “malinteso”, piuttosto invece per ragioni di “ipotetica tutela del collegio dei verificatori da possibili aggressioni” di facinorosi manifestanti.  E dunque la Prefetta di Caltanissetta Cucinotta avrebbe mentito? Quello che smentirebbe ciò è anche la sufficiente considerazione che le figure da lei convocate, qualche giorno prima che avvenissero le misurazioni, abbiano chiari compiti in ordine alla salute e non di ordine pubblico. Insomma, l
Adesso gli interrogativi che in molti si pongono e si porranno e se alla luce dei nuovi rilievi siano stati avvisati gli organi preposti come la Prefettura fece per le misurazioni abortite del 13 e 14 febbraio. Se non erano pronti allora saranno pronti adesso? Nell’incertezza forse meglio una gita fuori porta. Intanto le Mamme No MUOS di Caltagirone invieranno una lettera alla Prefettura nissena.
Giuliana Buzzone. Fonte:  http://www.ilsettemezzomagazine.it/2016/03/04/muos-decisa-la-data-delle-misurazioni-impianto-acceso-dal-9-a-11-marzo/

Commenti