LE SCIE BIANCHE DEGLI AEREI DEFINITE DALLA DISINFORMAZIONE DI STATO COME "SCIE DI CONDENSA" [DI ACQUA] NON SI POSSONO PIU' CREARE DAL 1975.

L'Amministrazione di Aviazione Federale (Federal Aviation Administration), è un'agenzia del Dipartimento dei Trasporti degli Stati uniti e si occupa dal 1958 di regolare e sovrintendere ogni aspetto che riguardi l’aviazione civile. Questa è unita all’Agenzia europea per la sicurezza aerea (EASA), ed è una delle due maggiori agenzie mondiali responsabili per la certificazione dei nuovi aeromobili.
Proprio la FAA, dunque un organo ufficiale del governo statunitense, nel 1975, insieme al NOAA (National Oceanic and Atmospheric Administration) ha pubblicato il rapporto intitolato Aviation Weather For pilots and Flight operation personnel.
Si tratta di un volume di ben 209 pagine, indirizzato ai piloti ed al personale addetto (civile e militare). Esattamente a pagina 143 e nelle seguenti si indica la genesi delle scie di condensa, un problema – è spiegato nel testo – risolto nel 1975. Infatti, si legge:«Per prevenire scie di condensa visibili è sufficiente che il particolato prodotto dai gas incombusti sia molto piccolo; questo fa si che la scia di condensa risulti invisibile». 

Non è tutto, anche l’Onu già nel 1978 aveva proibito la guerra ambientale, mediante la convenzione Enmod. Inoltre, il suo braccio ambientale, ossia l’UNEP (United Nations Environment Programme) ha reso di dominio pubblico la sua versione della situazione nel report IPCC Special Report on Aviation and the Global Atmosphere.
Le scie di condensa ristagnano soltanto nei mentecatti che pretendono di dominare il mondo schiavizzando l’umanità, e in chi, come l’eterodiretto Renzi, ha annunciato addirittura un trattamento sanitario obbligatorio agli iscritti del piddì che osano parlarne pubblicamente. Mister Renzi, imposto dall’abusivo Napolitano ma non votato dal popolo sovrano, va destituito e processato per tutti i danni arrecati all’Italia.
riferimenti:

Commenti