Un consigliere comunale dell' Aquila cerca di fermare le scie chimiche. "Poteri forti nascondono la verità,ma io non ho paura!"

 Arriva una notizie ufficiale che farà sicuramente tremare le nocche delle dita e i capelli "prezzolati" di qualche "pennivendolo" asservito al sistema marcio, a qualche bislacco e squallido disinformatore di regime. Arriva la notizia che un consigliere dell'Aquila, Ermanno Giorgi chiede al governo di fare chiarezza sulla problematica mondiale della geoingegneria, "le scie chimiche", ha aperto un'interrogazione sulle scie chimiche chiedendo sopratutto di informare i cittadini sulle conseguenze che esse portano alla loro salute. Quello delle scie è un fenomeno diffusissimo a livello mondiale, e i cieli dell’Aquilano certamente non fanno eccezione. Vogliamo che il governo dica la verità perché i cittadini hanno il diritto di sapere.  «È la prima volta», afferma Giorgi, «che da un’istituzione pubblica arriva un’esortazione di questo genere al governo. Non si capisce perché di questo fenomeno si parli soprattutto sul web e mai nelle aule istituzionali. È particolarmente importante che a stimolare questo dibattito sia la città dell’Aquila, il capoluogo della Regione verde d’Europa. Tutti coloro che affermano che le scie siano da ricondurre a fenomeni di condensazione dicono una sciocchezza, che può essere confutata facilmente sul piano scientifico. Se fosse così, il fenomeno dovrebbe verificarsi in un clima freddo ad almeno
8000 metri di altitudine, mentre gli aerei che lasciano le scie si incrociano ad altezze molto più limitate. Non si capisce, inoltre, quale sia la provenienza di questi mezzi, che immaginiamo si possa tuttavia ricondurre ad aeroporti militari». Un uomo saggio e coraggioso finalmente in ambito politico cerca di fermare sporchi business militar farmaceutici ai danni sull'essere umano per il profitto delle case farmaceutiche,che invece di scoprire nuove cure per certe malattie usa i propri profitti per sponsorizzarsi e per far ammalare le popolazioni inconsapevoli,crimini perpetrati per anni in modo indisturbato da chi sa di avere il coltello dalla parte del manico. I business di queste case farmaceutiche sono molteplici e passano dai comuni farmaci che vediamo sponsorizzati continuamente nelle tv di regine, ai vaccini farciti di formaldeide, mercurio e allumini destinati ai nostri figli per potersi garantire cosi un futuro profitto su di loro quando saranno in età adulta. Stiamo assistendo in questi giorni poi, all'intasamento degli ospedali per via "si dice" di un virus intestinale , informazione paravento data dai medici, usata come scusa dalla classe medica per giustificare il loro business,infatti alcuni di questi sintomi semmai dovrebbero verificarsi in primavera con il cambio di stagione, e non in inverno.I sintomi dell'influenza intestinale sono molto diversi, dato che in questo caso si percepisce un'infiammazione alle vie aeree anche se non molto accentuata,si percepiscono poi dei dolori non solo a livello dell'addome,ma anche ai reni,per non parlare del mal di testa insopportabile,in pratica ci si sente come se ti avessero smontato e poi rimontato pezzo per pezzo,come lo so? Ha pizzicato anche me! Ma ho resistito,non prendo e non prenderò mai farmaci,non contribuirò mai a favore di questi criminali! Intanto un grazie sentito al sig Giorgi, speriamo che sia la volta buona.              
 P.S: Il post originale dal titolo: «Giorgi porta in consiglio comunale le “scie chimiche” » è apparso sul quotidiano online Il  Centro  dove ogni giorno puoi trovare le ultime notizie dell'area geografica relativa a L'Aquila.

Commenti